Gilles Deleuze – Differenza e ripetizione [Pdf - Epub - Doc - Pdf Scan]

 
 Il fallimento del mondo della rappresentazione, sottoposto al primato dell’identità, la morte di Dio e dunque dell’uomo, sono questi i segni di un anti-hegelismo che Deleuze acutamente ravvisa nel pensiero moderno. E da questi segni, o presupposti, muove in forme e modi problematici «Differenza e ripetizione». Occorre per intanto, avverte l’autore, rimuovere le confusioni, purificare il concetto di differenza che la tradizione filosofica, da Aristotele a Hegel, riduce a differenza concettuale, e liberare così un pensiero differenziale e ripetitivo sotto le esigenze di identità e di opposizione dialettica della ripetizione. La ricerca non si limita al campo strettamente filosofico, ma comprende anche le matematiche, la fisica, il campo biologico, la psicanalisi, l’estetica o la poesia, soprattutto nelle sue forme nuovissime. Ovunque la differenza appare «affetta» da una divergenza e da un discentramento che le sono essenziali, e la ripetizione da uno spostamento e da un mascheramento inseparabili. Si profila in tal modo un mondo di «simulacri» fatti di differenze libere e discentrate, che rovesciano ii mondo della rappresentazione e si sottraggono alle sue esigenze di identità, di somiglianza, di analogia.

Gilles Deleuze – Spinoza. Filosofia pratica [Pdf - Doc - Epub - Pdf Scan]

La filosofia di Spinoza è uno dei tentativi più radicali per costituire un’ontologia pura; una sola distanza per tutti gli attributi, infiniti modi di essere per ciascun attributo. Ma, sostiene Deleuze, questo complesso edificio filosofico non è riducibile a un programma teorico: occorre «entrare dentro Spinoza», cogliendo la Sostanza come un piano d’immanenza in cui si trovano anime, corpi, individualita, senza alcuna dimensione teorica trascendente. Da questa ontologia deriva un’etica intesa come scienza pratica dei modi di essere studio dei costumi e dunque vera e propria etologia. L’Etica della prova e della sperimentazione, che si oppone a una Morale delle leggi e dei giudizi, costituisce il tema di questo libro: un tema in cui i piani si intersecano, dove i ritmi hanno significato costruttivo. Scrittori, poeti, musicisti, artisti o gli stessi lettori occasionali potranno qui scoprirsi spinoziani ancor più del filosofo professionista. Le pagine di Deleuze dimostrano infatti che, se Spinoza è pensatore straordinariamente raffinato nei suoi apparati concettuali, vi è in lui anche un impulso segreto, un brivido di stupore che rende possibile una «lettura elettiva» dei suoi testi, insegnando al filosofo a divenire non filosofo e, a tutti, a seguire quelle passioni e quei «costumi» che la filosofia suscita.
Ringrazio Baruch (a proposito, qualcuno ha sue notizie?) per la scansione di partenza.

Emanuele Severino – Intorno al senso del nulla [Epub - Mobi - Azw3 - Pdf Scan]

Il significato radicale che il «nulla» ha assunto nella riflessione filosofica occidentale accompagna come un’ombra non solo questa forma di pensiero, ma l’intero tragitto della nostra civiltà. Radice prima dell’angoscia, il nulla turba anche e soprattutto per il suo carattere sommamente ambiguo: già Platone, infatti, osserva che pensare il nulla e parlare del nulla significa pensare qualcosa e parlare di qualcosa – come se il nemico che si ha di fronte si sdoppiasse, ingannandoci sulla sua identità. Questa nozione spaesante, che esige di essere interpretata alla luce delle forme più rigorose della speculazione, è stata affrontata da Severino a partire da La Struttura originaria (1958) e fino a La morte e la terra (2011): a tali due opere, e alla seconda in particolare, si ricollega Intorno al senso del nulla, dove da un lato si mostra come l’ambiguità sia ben più profonda di quanto possa sembrare e dall’altro si indagano «le condizioni che rendono possibile la via di uscita». Approfondimento quanto mai necessario, giacché se si rinunciasse a discutere le aporie suscitate dal senso del nulla resterebbe in sospeso la stessa tesi di fondo del pensiero di Severino: che l’uomo e ogni altro ente «sono da sempre salvi dal nulla».
Grazie a Filosofia_in_ita per la scansione di partenza (che trovate nel rar)

Howard Gardner – Verità, bellezza, bontà. Educare alle virtù nel ventunesimo secolo [Pdf - Doc - Epub]

Fin dall’antichità, filosofi, teologi e artisti hanno tentato di descrivere e classificare le virtù che definiscono la civiltà. In “Verità, bellezza, bontà”, Howard Gardner esplora il significato di queste tre virtù in un’epoca in cui il progresso tecnologico e un diffuso atteggiamento scettico nei confronti della natura umana hanno profondamente scosso la nostra visione morale. La sua analisi mostra che sebbene questi concetti stiano cambiando più velocemente di quanto abbiano mai fatto finora, essi sono, e rimarranno, pietre angolari della società. Per molto tempo si è parlato di morte delle virtù: il vero, il bello, il giusto si sono dissolti in una molteplicità infinita di modi di pensarli e interpretarli. Ma la tendenza sta cambiando e ci si è accorti che occorre qualche criterio per discriminare tra ciò che è vero e ciò che è falso, tra ciò che è bene e ciò che è male, tra ciò che è arte e ciò che non lo è. Questo senza dimenticare che l’epoca in cui viviamo e il futuro che ci attende impongono di saper conciliare e confrontare idee di verità, bellezza e bontà provenienti da diverse culture e diversi contesti, di rispettare percezioni differenti delle cose. Il libro di Gardner è una proposta seria e argomentata di come immaginare il futuro e di come preparare i giovani e i giovanissimi ad affrontarlo, di come (forse) sarà possibile arrivare a principi condivisi, che evitino i conflitti e gli stridori in una sempre crescente interconnessione tra le culture.

Carl Gustav Jung, Kàroly Kérenyi – Prolegomeni allo studio scientifico della mitologia [Pdf - Doc - Epub]

Il libro s’impernia sulla tesi junghiana dell’inconscio collettivo. Difficilmente si troverebbero pagine più vive sulla mitologia di quelle scritte da Kerényi. La creazione mitica non è che la rappresentazione degli archetipi, e come tale rivela una sfera importante della psiche. La povertà mitica è praticamente morte dell’anima. Il testo di Kerényi si riferisce ai fanciulli e alle fanciulle divine, mentre quello di Jung appare come un commento psicologico. Si tratta però di sezioni autonome, che si possono leggere anche in ordine invertito. Per Jung il tema onirico della “fanciullezza” rappresenta la parte “giovane” della psiche collettiva e come tale cela sempre un valore positivo.

Iosif Brodskij – Fondamenta degli incurabili [Pdf - Doc - Epub]

«Il pizzo verticale delle facciate veneziane è il più bel disegno che il tempo-alias-acqua abbia lasciato sulla terraferma, in qualsiasi parte del globo». Parlare di Venezia significa parlare di tutto – e in particolare della letteratura, del tempo, della forma, dell’occhio che la guarda. Così è per Brodskij in senso pienamente letterale. Questa divagazione su una città si spinge nelle profondità della memoria del pianeta, sino alla nascita della vita dalle acque, da una parte, e, dall’altra, nei meandri della memoria dello scrittore, intrecciando alla riflessione le apparizioni nel ricordo di certi momenti, di certi fatti che per lui avvennero a Venezia. C’è qui, come sempre in Brodskij, l’immediatezza della percezione e il gioco fulmineo che la traspone su un piano metafisico. E, per il lettore, quella percezione, quel contrappunto di immagini e pensieri intriderà d’ora in poi il nome stesso di Venezia.
Grazie a Francesca che ha messo a disposizione il file di partenza.

Remo Bodei – Una scintilla di fuoco. Invito alla filosofia [Pdf - Doc - Epub]

Con chiarezza e incisività, questo libro orienta nel pensiero filosofico quanti ne iniziano lo studio e quanti hanno già una certa familiarità con esso. Mostra il senso della filosofia, le sue vicende e i suoi problemi; intreccia i contributi dei grandi pensatori con l’analisi delle istituzioni grazie alle quali si è trasmessa (scuole, vie e mezzi di comunicazione culturale); lega la dimensione storica a quella teorica; inquadra la filosofia occidentale nelle forme di saggezza elaborate dalle principali civiltà del mondo (indiana, cinese, giapponese, araba); apre una sorta di palestra mentale che mette il lettore in contatto con alcuni dei principali temi affrontati da questa disciplina, così che egli possa misurarsi direttamente con loro; offre strumenti per ulteriori ricerche. Secondo l’indicazione platonica – per cui la filosofia «si manifesta nell’anima, come una luce che subitamente si accende da una scintilla di fuoco, per nutrirsi poi di se stessa» -, l’obiettivo principale resta quello di invitare ciascuno a sperimentare da sé problemi e soluzioni.

Gustav Meyrink – Il Golem [Pdf - Epub - Doc]

Un uomo scambia il suo cappello, nel Duomo di Praga, con quello di un certo Athanasius Pernath e rivive come in un sogno l’esistenza di costui. A questo inizio casuale si aggancia la vicenda del Golem, il robot avanti lettera, cui una parola infilata tra i denti conferisce una vita provvisoria, ma tanto più violenta perché in lui si concentra una forza che ha solo poche ore per scatenarsi. Quest’esplosione di forze nel mondo segreto e malato in cui si muovono i personaggi di Meyrink, crea una tensione e insieme un incanto che caricano d nuovi significati l’antica leggenda praghese legata al nome di Rabbi Loew.